fbpx
 

I miti del sonno… smentiti uno dopo l’altro

I miti del sonno… smentiti uno dopo l’altro

Siamo alle soglie del 2020, eppure, sull’argomento sonno, ci sono ancora falsi miti e credenze popolari che necessitano di essere smentite. La dimostrazione l’ha data come sempre la ricerca e le testimonianze delle persone comuni.
Un sondaggio condotto dai siti Mattress Advisor e OnePoll su 2 mila persone, ha rivelato come siano ancora tante le credenze sbagliate sul buon dormire. Falsi miti, che invece di migliorare la qualità del sonno e della salute le peggiorano alquanto. Ecco le più bizzarre.

“Bere alcolici aiuta a dormire”
Un numero considerevole di persone, quantificabile nel 32% degli intervistati, è convinto che bere alcol prima di andare a letto contribuisca a migliorare la qualità del sonno. Forse semplicemente perché, dopo una serata alcolica, in molti hanno faticato a svegliarsi la mattina dopo.
È sicuramente una convinzione sbagliata: è vero che gli alcolici inducono il sonno, ma nel complesso rovinano il riposo. L’alcol infatti influisce anche sulla respirazione e può causare l’apnea notturna.

“Io non sogno mai”
È stata la frase dichiarata dal 25% degli intervistati, ma è un’altra falsità. Gli studi hanno dimostrato che, sebbene non tutte le persone siano consapevoli di avere sognato, chiunque sogna durante la fase di sonno profondo. La produzione di sogni è universale, mentre la possibilità di ricordarli cambia da soggetto a soggetto.
“Guardare la tv mi aiuta a prendere sonno”
Una persona su tre è convinta che guardare la tv prima di addormentarsi, soprattutto se va in onda un programma noioso, può essere un buon modo per addormentarsi.
Niente di più sbagliato: le luci emessa dai monitor (anche smartphone o tablet) hanno in realtà l’effetto opposto, poiché riducono la capacità del cervello di produrre melatonina (la sostanza che indica al corpo quando è il momento di dormire).
Per rilassarsi prima di andare di dormire, meglio leggere un libro, come consigliato in questo articolo.

“Se mi alleno la sera poi faccio fatica a prendere sonno”
Lo pensano il 23% delle persone intervistate. Se da una parte è confermato che un allenamento eccessivo può portare all’insonnia, dall’altra più ricerche hanno rivelato che un moderato esercizio fisico può migliorare la qualità del sonno.
Il motivo non è del tutto chiaro, ma si pensa che possa avere qualcosa a che fare con la temperatura corporea e le endorfine rilasciate durante l’esercizio.

Guanciale in piuma, il benessere non è più un sogno
False credenze e miti da sfatare a parte, dormire bene è una necessità indispensabile. Per ottenere un sonno di qualità, in grado di assicurarci il giusto riposo, è necessario affidarsi a prodotto che garantiscono benessere e comfort.
Il nostro guanciale in piuma è stato progettato proprio per questo scopo. Pensato per chi preferisce dormire supino, è rivestito da una fodera 100% cotone bianco, fresco e soffice al tatto.
L’imbottitura in soffice piuma, composta per l’80% in piumino e dal 20% in piuma d’oca, contiene naturalmente l’aria evitando sbalzi termici, garantendo un comfort senza eguali.

FONTE: https://www.materassiematerassi.it/blog/i-miti-del-sonno-smentiti-uno-dopo-laltro